Home Tags Decreto Rilancio

Tag: Decreto Rilancio

Most Popular

Contributo a Fondo perduto per le imprese e professionisti

L’articolo 25 D.L. 34/2020 Decreto Rilancio introduce un credito d’imposta per canoni di locazione, verrà riconosciuto in presenza dei requisiti riportati di seguito: ai titolari di partita IVA con ricavi o compensi non superiori a 5 milioni di euro nel 2019; a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore di due terzi rispetto all'ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019; ai soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 1° gennaio 2019 il contributo spetta anche in assenza dei requisiti relativi alla riduzione di fatturato. L’importo del contributo a fondo perduto sarà calcolato dal 10 al 20%, di ricavi o compensi realizzati nel 2019, secondo lo schema che...

Credito d’imposta per adeguamento degli ambienti di lavoro

Il nuovo credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro introdotto nel decreto rilancio è riconosciuto ai soggetti esercenti attività d'impresa, arte o professione in luoghi aperti al pubblico in riferimento agli investimenti finalizzati a rispettare le prescrizioni sanitarie e le misure di contenimento contro la diffusione del Coronavirus. Non riguarda la sanificazione di cui abbiamo già parlato qui. Secondo quanto indicato nella relazione illustrativa del decreto Rilancio, la platea dei soggetti possibili beneficiari del credito d’imposta comprende gli operatori con attività aperte al pubblico, come, bar, ristoranti, alberghi, teatri e cinema (*NB). Possono fruire del bonus anche le associazioni, le fondazioni e gli altri enti privati, compresi gli enti del Terzo del settore. Il credito d’imposta riguarda le spese sostenute nel...

Credito d’imposta per la sanificazione degli ambienti di lavoro

Credito di imposta finalizzato a sostenere l’adozione di misure per prevenire il contagio (per la sanificazione degli ambienti di lavoro) e limitare il rischio di diffusione del Coronavirus negli ambienti di lavoro è la riscrittura del credito d’imposta per la sanificazione e l’acquisto di mascherine e DPI disciplinato all’articolo 64 del decreto Cura Italia (D.L. n. 18/2020) ed ampliato dall’articolo 30 del decreto Liquidità (D.L. n. 23/2020), articoli che vengono abrogati. Con il decreto Rilancio alle imprese si aggiungono alla platea dei soggetti beneficiari: vengono ammessi gli enti del Terzo settore e confermati i professionisti. L’altra novità riguarda la percentuale agevolativa, che aumenta dal 50 al 60%. Il credito d'imposta può essere anche per l'adeguamento degli ambienti di lavoro ne abbiamo...

Dichiarazione d’intento si vedrà nel cassetto fiscale del fornitore dal 2 Marzo

Come anticipato dall’AdE dal 2 Marzo sarà metterà a disposizione dei fornitori degli esportatori abituali, che ricevono dichiarazione d'intenti, nel cassetto fiscale degli stessi dove sarà disponibile il numero di protocollo e i dati completi della lettera d’intento. L’esportatore abituale, come già abituato da tempo, invia telematicamente la dichiarazione d’intento all'AdE fornendo al proprio fornitore copia della ricevuta. La sostanziale differenza sarà che l'esportatore abituale non dovrà più annotare in apposito registro la lettera d’intenti, inviarla al fornitore o alla dogana fornendola la stessa AdE al fornitore. Sarà dunque il fornitore che, prima di emettere la fattura senza imposta, dovrà accedere al proprio cassetto fiscale e scaricare la dichiarazione d'intento. Ricordiamo le nuove misure di emissione della fattura elettronica emessa...