Credito d’imposta per adeguamento degli ambienti di lavoro

Scopri il nostro servizio.

laconsulenzaaziendale.it offre altri servizi, scopri il servizio di tenuta contabilità.
Verifica tu stesso la nostra competenza.

Il nuovo credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro introdotto nel decreto rilancio è riconosciuto ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione in luoghi aperti al pubblico in riferimento agli investimenti finalizzati a rispettare le prescrizioni sanitarie e le misure di contenimento contro la diffusione del Coronavirus. Non riguarda la sanificazione di cui abbiamo già parlato qui.

Secondo quanto indicato nella relazione illustrativa del decreto Rilancio, la platea dei soggetti possibili beneficiari del credito d’imposta comprende gli operatori con attività aperte al pubblico, come, bar, ristoranti, alberghi, teatri e cinema (*NB).

Possono fruire del bonus anche le associazioni, le fondazioni e gli altri enti privati, compresi gli enti del Terzo del settore.

Il credito d’imposta riguarda le spese sostenute nel 2020 per gli investimenti necessari per l’adozione di misure legate alla diversa organizzazione del lavoro e all’adeguamento degli ambienti alle disposizioni anti Coronavirus.

Contattaci per sottoporci la tua situazione e verificheremo se ciò che hai letto nel nostro articolo sia effettivamente applicabile
al tuo caso.

alla tua azienda.

al tuo problema.

ai tuoi progetti.

al tuo mondo.

Contattaci, la prima consulenza è gratuita!

Tra gli interventi agevolabili, sono compresi gli interventi edilizi per:

  • il rifacimento spogliatoi e mense;
  • la realizzazione di spazi medici;
  • la realizzazione di ingressi e spazi comuni;
  • arredi di sicurezza.

Danno diritto al bonus anche gli investimenti di carattere innovativo quali lo sviluppo o l’acquisto di tecnologie necessarie allo svolgimento dell’attività lavorativa e le apparecchiature per il controllo della temperatura dei dipendenti.

Ulteriori investimenti agevolabili nonché soggetti ammissibili potranno essere individuati con uno o più decreti del Ministro dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico.

Il credito d’imposta è concesso nella misura del 60% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di 80.000 euro per beneficiario.

Una caratteristica di particolare interesse del nuovo beneficio è la possibilità di cumulare il credito di imposta con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto i medesimi costi, a condizione che tale cumulo non porti al superamento del costo sostenuto.

L’agevolazione è utilizzabile in compensazione in 10 anni. Al bonus non si applica:

  • il limite annuale di utilizzo di 250.000 euro di cui all’articolo 1, comma 53, della Legge 244/2007;
  • il limite generale di compensabilità dei crediti di imposta e contributi di cui all’articolo 34 della Legge n. 388/2000.

In alternativa all’utilizzo diretto in compensazione, l’incentivo spettante potrà essere incassato subito.

Il credito d’imposta infatti può essere ceduto ad altri soggetti, compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari, con facoltà di successiva cessione del credito.

Criteri e modalità di applicazione e di fruizione del credito d’imposta dovranno essere definiti dall’Agenzia delle Entrate entro 30 giorni dalla pubblicazione della legge di conversione del Decreto Rilancio (presumibilmente, quindi, la circolare dovrebbe vedere la luce nel mese di agosto 2020).

*NB

Sono ad esempio esclusi i negozi.

Attività ammesse

  • alberghi,
  • villaggi turistici,
  • ostelli della gioventù,
  • rifugi di montagna,
  • colonie marine e montane,
  • affittacamere per brevi soggiorni,
  • case e appartamenti vacanze,
  • bed & breakfast,
  • residence,
  • attività di alloggio connesse alle aziende agricole,
  • aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte,
  • gestione di vagoni letto,
  • alloggi per studenti con servizi accessori di tipo alberghiero,
  • ristoranti e attività di ristorazione annesse alle aziende agricole, take away, ristorazione ambulante (come lo street food), servizio ristorante su treni e navi,
  • gelaterie e pasticcerie anche ambulanti,
  • cathering,
  • mense,
  • bar,
  • cinema,
  • agenzie di viaggio,
  • tour operator,
  • biglietterie per eventi teatrali, sportivi, ricreativi, di intrattenimento,
  • prenotazione e assistenza turistica,
  • guide e accompagnatori turistici,
  • organizzazione convegni e fiere,
  • teatri, sale da concerti, altre strutture artistiche, e attività nel campo della recitazione, altre rappresentazione artistiche, attività di supporto alle rappresentazione artistiche,
  • noleggio con operatore di attrezzature per eventi e spettacoli,
  • regia,
  • biblioteche e archivi,
  • musei,
  • gestione luoghi e monumenti storici,
  • orti botanici, giardini zoologici, riserve naturali,
  • parchi di divertimento e parchi tematici,
  • stabilimenti balneari (marittimi, lacustri, fluviali),
  • stabilimenti termali.

Scopri il nostro preventivo.

laconsulenzaaziendale.it offre anche il servizio di contabilità, richiedilo direttamente qui.
Sarà completamente automatico.