Cause di esclusione e disapplicazione della disciplina delle società di comodo

0
537
Contattaci per sottoporci la tua situazione e verificheremo se ciò che hai letto nel nostro articolo sia effettivamente applicabile
al tuo caso.

alla tua azienda.

al tuo problema.

ai tuoi progetti.

al tuo mondo.

Chiedici una consulenza gratuita!

Vengono chiamate “di comodole società che si presumono non operative, ossia costituite per il mero godimento di beni, e non per l’effettivo esercizio di attività d’impresa. Si presumono di comodo le società:

  • che conseguono un ammontare di ricavi inferiore a quelli minimi, risultanti dall’applicazione di determinate percentuali a specifiche voci dello stato patrimoniale (test di operatività);
  • in perdita sistemica, ossia che pur superando il test di operatività per quel periodo (o presentando un utile per quel periodo), per i 5 periodi d’imposta precedenti hanno presentato alternativamente:
  • dichiarazioni in perdita fiscale;
  • dichiarazioni in perdita in 4 periodi e in un hanno dichiarato un reddito inferiore a quello minimo.

Il fatto che una società sia di comodo comporta una serie di effetti penalizzanti, primo fra tutti l’obbligo di dichiarare il reddito minimo presunto, ai fini Ires/Irpef, e l’obbligo di dichiarare il valore di produzione minimo ai fini Irap.

Vi sono tuttavia delle cause di esclusione e di disapplicazione del regime di comodo, al verificarsi delle quali il regime non si applica. Di seguito un riepilogo delle diverse cause e del corretto riporto di tali cause nel modello di dichiarazione dei redditi.

CAUSE DI ESCLUSIONE E DISAPPLICAZIONE DELLA DISCIPLINA DELLE SOCIETA’ DI COMODO
CAUSE DI ESCLUSIONE

 

Contattaci per sottoporci la tua situazione e verificheremo se ciò che hai letto nel nostro articolo sia effettivamente applicabile
al tuo caso.

alla tua azienda.

al tuo problema.

ai tuoi progetti.

al tuo mondo.

Chiedici una consulenza gratuita!

 

Le cause di esclusione sono uniche, valgono cioè sia per le società non operative sia per quelle in perdita sistematica, e comportano la non applicazione sia del test di operatività che del test sulle perdite sistematiche.

Tali cause di esclusione vanno riportate nel Modello Redditi SC, al rigo RS116, o nel modello Redditi SP al rigo RS11, con i codici sotto riportati:

Modello Redditi SC, col. 1 rigo RS116
Cod. Fattispecie
1 per i soggetti obbligati a costituirsi sotto forma di società di capitali
2 per i soggetti che si trovano nel primo periodo d’imposta
3 per le società in amministrazione controllata o straordinaria
4 per le società e gli enti che controllano società ed enti i cui titoli sono negoziati in mercati regolamentati italiani ed esteri, nonché per le stesse società ed enti quotati e per le società da essi controllate, anche indirettamente
5 per le società esercenti attività di pubblici servizi di trasporto
6 per le società con un numero di soci non inferiore a 50
7 per le società che nei due esercizi precedenti ha avuto un numero di dipendenti mai inferiore alle dieci unità
8 per le società in stato di fallimento, assoggettata a procedure di liquidazione giudiziaria, di liquidazione coatta amministrativa ed in concordato preventivo
9 per le società che presentano un ammontare complessivo del valore della produzione (raggruppamento A del Conto economico) superiore al totale attivo dello Stato patrimoniale
10 per le società partecipate da enti pubblici almeno nella misura del 20% del Capitale sociale
11 per le società che risultano congrue e coerenti ai fini degli studi di settore
12 per le società consortili
Modello Redditi SP, col. 1 rigo RS11
Cod. Fattispecie
2 per i soggetti che si trovano nel primo periodo d’imposta
3 per le società in amministrazione controllata o straordinaria
4 per le società e gli enti che controllano società ed enti i cui titoli sono negoziati in mercati regolamentati italiani ed esteri, o che sono da essi controllate, anche indirettamente
5 per le società esercenti attività di pubblici servizi di trasporto
6 per le società con un numero di soci non inferiore a 50
7 per le società che nei due esercizi precedenti ha avuto un numero di dipendenti mai inferiore alle dieci unità
8 per le società in stato di fallimento, assoggettata a procedure di liquidazione giudiziaria, di liquidazione coatta amministrativa ed in concordato preventivo
9 per le società che presentano un ammontare complessivo del valore della produzione (raggruppamento A del Conto economico) superiore al totale attivo dello Stato patrimoniale
10 per le società partecipate da enti pubblici almeno nella misura del 20% del Capitale sociale
11 per le società che risultano congrue e coerenti ai fini degli studi di settore
cause di disapplicazione SOCIETà NON OPERATIVE

 

Diversamente dalle cause di esclusione, le cause di disapplicazione non sono comuni per le società non operative e quelle in perdita sistematica, occorrerà pertanto distinguere i diversi casi.
CAUSE DISAPPLICAZIONE SOCIETÀ NON OPERATIVE

COL. 2 RIGO RS116 MOD. REDDITI SC

Cod. Fattispecie
2 società assoggettate a procedura concorsuale
3 società sottoposte a sequestro penale o a confisca
4 società che dispongono di immobilizzazioni costituite da immobili concessi in locazione ad enti pubblici ovvero locati a canone vincolato
5 società che detengono partecipazioni in società non in perdita sistematica, società escluse dalla disciplina delle società in perdita sistematica anche a seguito di accoglimento dell’interpello
6 società che hanno ottenuto l’accoglimento dell’istanza di disapplicazione in relazione ad un precedente periodo d’imposta sulla base di circostanze oggettive puntualmente indicate nell’istanza che non hanno subito modificazioni nei periodi d’imposta successivi
7 stessa fattispecie del punto 6, in caso di esonero dall’obbligo di compilazione del prospetto
8 società che esercitano esclusivamente attività agricola
9 società per le quali gli adempimenti e i versamenti tributari sono stati sospesi o differiti da disposizioni normative adottate in conseguenza della dichiarazione dello stato di emergenza
99 società in stato di liquidazione volontaria, che in una precedente dichiarazione si sono impegnate a chiedere la cancellazione dal Registro delle imprese
CAUSE DISAPPLICAZIONE SOCIETÀ NON OPERATIVE

COL. 2 RIGO RS11 MOD. REDDITI SP

2 società assoggettate a procedura concorsuale
3 società sottoposte a sequestro penale o a confisca
4 società che dispongono di immobilizzazioni costituite da immobili concessi in locazione ad enti pubblici ovvero locati a canone vincolato
5 società che detengono partecipazioni in società non in perdita sistematica, società escluse dalla disciplina delle società in perdita sistematica anche a seguito di accoglimento dell’interpello
6 società che hanno ottenuto l’accoglimento dell’istanza di disapplicazione in relazione ad un precedente periodo d’imposta sulla base di circostanze oggettive puntualmente indicate nell’istanza che non hanno subito modificazioni nei periodi d’imposta successivi
7 stessa fattispecie del punto 6, in caso di esonero dall’obbligo di compilazione del prospetto
8 società che esercitano esclusivamente attività agricola
9 società per le quali gli adempimenti e i versamenti tributari sono stati sospesi o differiti da disposizioni normative adottate in conseguenza della dichiarazione dello stato di emergenza
99 società in stato di liquidazione volontaria, che in una precedente dichiarazione si sono impegnate a chiedere la cancellazione dal Registro delle imprese
CAUSE DI DISAPPLICAZIONE SOCIETà IN PERDITA SISTEMATICA

 

 

CAUSE DISAPPLICAZIONE SOCIETÀ IN PERDITA SISTEMATICA

COL. 3 RIGO RS116 MOD. REDDITI SC

2 società assoggettate a procedura concorsuale
3 società sottoposte a sequestro penale o a confisca
4 società con partecipazioni, iscritte esclusivamente tra le immobilizzazioni finanziarie, il cui valore economico è prevalentemente riconducibile a società non in perdita sistematica, società escluse dalla disciplina delle società in perdita sistematica (anche a seguito di accoglimento di interpello), società collegate residenti all’estero cui si applica l’art. 168 TUIR
5 società che hanno ottenuto l’accoglimento dell’istanza di disapplicazione in relazione ad un precedente periodo d’imposta sulla base di circostanze oggettive puntualmente indicate nell’istanza che non hanno subito modificazioni nei periodi d’imposta successivi
6 stessa fattispecie del punto 5, in caso di esonero dall’obbligo di compilazione del prospetto
7 società che conseguono un margine operativo lordo positivo
8 società per le quali gli adempimenti e i versamenti tributari sono stati sospesi o differiti da disposizioni normative adottate in conseguenza della dichiarazione dello stato di emergenza
9 società con risultato positivo per presenza di proventi esenti, esclusi, soggetti a ritenuta a titolo d’imposta/imposta sostitutiva, agevolazioni
10 società che esercitano esclusivamente attività agricola
11 società che risultano congrue e coerenti ai fini degli studi di settore
12 società che si trovano nel primo periodo d’imposta
99 società in stato di liquidazione volontaria, che in una precedente dichiarazione si sono impegnate a chiedere la cancellazione dal Registro delle imprese
CAUSE DISAPPLICAZIONE SOCIETÀ IN PERDITA SISTEMATICA

COL. 3 RIGO RS11 MOD. REDDITI SP

2 società assoggettate a procedura concorsuale
3 società sottoposte a sequestro penale o a confisca
4 società con partecipazioni, iscritte esclusivamente tra le immobilizzazioni finanziarie, il cui valore economico è prevalentemente riconducibile a società non in perdita sistematica, società escluse dalla disciplina delle società in perdita sistematica (anche a seguito di accoglimento di interpello), società collegate residenti all’estero cui si applica l’art. 168 TUIR
5 società che hanno ottenuto l’accoglimento dell’istanza di disapplicazione in relazione ad un precedente periodo d’imposta sulla base di circostanze oggettive puntualmente indicate nell’istanza che non hanno subito modificazioni nei periodi d’imposta successivi
6 stessa fattispecie del punto 5, in caso di esonero dall’obbligo di compilazione del prospetto
7 società che conseguono un margine operativo lordo positivo
8 società per le quali gli adempimenti e i versamenti tributari sono stati sospesi o differiti da disposizioni normative adottate in conseguenza della dichiarazione dello stato di emergenza
9 società con risultato positivo per presenza di proventi esenti, esclusi, soggetti a ritenuta a titolo d’imposta/imposta sostitutiva, agevolazioni
10 società che esercitano esclusivamente attività agricola
11 società che risultano congrue e coerenti ai fini degli studi di settore
12 società che si trovano nel primo periodo d’imposta
99 società in stato di liquidazione volontaria, che in una precedente dichiarazione si sono impegnate a chiedere la cancellazione dal Registro delle imprese

 

Contattaci per sottoporci la tua situazione e verificheremo se ciò che hai letto nel nostro articolo sia effettivamente applicabile
al tuo caso.

alla tua azienda.

al tuo problema.

ai tuoi progetti.

al tuo mondo.

Chiedici una consulenza gratuita!