Obbligo di preventivo per i professionisti

0
52
Contattaci per sottoporci la tua situazione e verificheremo se ciò che hai letto nel nostro articolo sia effettivamente applicabile
al tuo caso.

alla tua azienda.

al tuo problema.

ai tuoi progetti.

al tuo mondo.

Chiedici una consulenza gratuita!

Tutti gli esercenti l’attività professionale sono tenuti alla predisposizione di un preventivo, in forma scritta o digitale, in relazione alla fissazione della remunerazione dell’attività professionale. L’obbligo scaturisce dalla legge annuale per il mercato e la concorrenza (legge n. 124/2017), in vigore dal 29 agosto 2017, secondo cui il compenso per le prestazioni professionali deve essere pattuito, nelle forme previste dall’ordinamento, al momento del conferimento dell’incarico e deve reso noto, obbligatoriamente, in forma scritta o digitale, al cliente.

OBBLIGO DI PREVENTIVO PER I PROFESSIONISTI
IL D.L. SULLA CONCORRENZA INTRODUCE L’OBBLIGO DEL RILASCIO DEL PREVENTIVOIl decreto legge sulla concorrenza 2017, convertito dalla Legge n. 124 del 4 agosto (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale serie generale n. 189 del 14 agosto 2017 ed entrato in vigore il 29 agosto 2017) tra le tante novità che apporta alla disciplina delle professioni, prevede l’obbligatorietà del rilascio del preventivo.

Infatti, la norma, che sostituisce l’art. 9, comma 4 del D.L. n. 1/2012 (c.d. decreto Liberalizzazioni), prevede che:

¨        il compenso per le prestazioni professionali va pattuito, nelle forme previste dall’ordinamento, al momento del conferimento dell’incarico professionale;

¨        il professionista deve rendere noto obbligatoriamente, in forma scritta o digitale, al cliente il grado di complessità dell’incarico, fornendo tutte le informazioni utili circa gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento fino alla conclusione dell’incarico e deve altresì indicare i dati della polizza assicurativa per i danni provocati nell’esercizio dell’attività professionale;

Contattaci per sottoporci la tua situazione e verificheremo se ciò che hai letto nel nostro articolo sia effettivamente applicabile
al tuo caso.

alla tua azienda.

al tuo problema.

ai tuoi progetti.

al tuo mondo.

Chiedici una consulenza gratuita!

¨        in ogni caso la misura del compenso è previamente resa nota al cliente obbligatoriamente, in forma scritta o digitale, con un preventivo di massima, e deve essere adeguata all’importanza dell’opera e va pattuita indicando per le singole prestazioni tutte le voci di costo, comprensive di spese, oneri e contributi.

IL PREVENTIVO La novità, consiste dunque nell’obbligo di fornire il preventivo del compenso in forma scritta o digitale.

La stessa forma (scritta o digitale) dovrà avere anche il preventivo di massima del compenso della prestazione professionale.

Tale preventivo di massima:

¨        deve essere adeguato all’importanza dell’opera;

¨        va pattuito indicando per le singole prestazioni tutte le voci di costo, comprensive di spese, oneri e contributi.

Si ritiene che il preventivo “di massima”, debba essere effettuato nei casi in cui non è possibile individuare al momento del conferimento dell’incarico, con precisione, il compenso, poiché mancano alcuni elementi che solo nel corso della prestazione professionale sono disponibili.

Il preventivo deve contenere:

¨     il grado di complessità dell’incarico

¨     le informazioni utili circa gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento fino alla conclusione dell’incarico

¨     i dati della polizza assicurativa per i danni provocati nell’esercizio dell’attività professionale

¨     il compenso di massima, adeguato all’importanza dell’opera da pattuire, indicando per le singole prestazioni tutte le voci di costo, comprensive di spese, oneri e contributi.

È da ritenersi che le forme in cui si possa soddisfare l’obbligo in argomento siano:

¨        un contratto sottoscritto dalle parti (come normalmente avviene soprattutto se si tratta di prestazioni di tipo periodico);

¨        un preventivo sottoscritto per accettazione dal cliente;

¨        uno scambio di email che abbia i contenuti richiesti dalla legge (individuazione dell’incarico, complessità del medesimo, spese stimate, compenso).

Nel caso in cui la prestazione sia eseguita congiuntamente da più professionisti, salvo diversa pattuizione, il compenso potrebbe essere parametrato in base attività svolta da un solo professionista.

A tal riguardo si deve tener conto che in tema di società tra professionisti (STP) è previsto che “quando l’incarico professionale è conferito a una società tra professionisti, si applica il compenso spettante a uno solo di essi anche per la stessa prestazione eseguita da più soci” (art. 1, comma 4, D.M. n. 140/2012).

Al fine di evitare eventuali successive contestazioni da parte del cliente rispetto a costi ritenuti troppo elevati, è dunque opportuno chela STP e il cliente pattuiscano espressamente specifiche modalità di definizione del compenso.

FAC SIMILE DI PREVENTIVO

 

Egr. Cliente

……………………………

……………………………

……………………………

 

 

Oggetto: Attività: …………………………………. – Preventivo di massima del compenso per la prestazione professionale.

 

In relazione alla Vs. gradita richiesta, ai sensi e per gli effetti di cui al c. 150 dell’art. 1 della L. 4.08.2017, n. 124, si formula, nei termini seguenti, il preventivo di massima.

Complessità dell’incarico

a) prestazione ordinaria per i seguenti motivi: ……………………………………………………………………………………

b) prestazione difficile per i seguenti motivi: ………………………………………………………………………………………

c) prestazione complessa che richiede alto grado di approfondimento per i seguenti motivi: …………………….

Determinazione del compenso

€ ………………………… voce di costo «a» (n. ……. ore x € …………… / ora);

€ ………………………… voce di costo «b» (n. ……. ore x € …………… / ora);

€ ………………………… voce di costo «c» (n. ……. ore x € …………… / ora);

€ ………………………… oneri di segreteria;

€ ………………………… spese per mezzo di trasporto, pernottamento, indennità per assenza dallo studio;

€ ………………………… altri oneri (…………………………………);

€ ………………………… contributi (…………………………………);

€ ………………………… imposta di bollo e registro;

€ ………………………… spese postali;

€ ………………………… spese di deposito di atti presso …………………….;

€ ………………………… …………………………………

Termini di pagamento

1) € …………………….. al momento della sottoscrizione del contratto di incarico professionale;

2) € …………………….. entro ……………………………..;

3) il saldo a conclusione dell’incarico.

Al professionista è riconosciuto, a titolo di anticipo sulle spese da sostenere, l’importo di € …………………….

Condizioni Generali

Si precisa che il preventivo è formulato in relazione alle circostanze prevedibili e alle informazioni da Lei fornite, con espressa riserva di variazione in aumento dei costi in relazione a circostanze non attualmente prevedibili, previa informazione per iscritto.

Eventuali altre spese, anticipate dal professionista e non previste nel presente incarico saranno comunicate al Cliente tramite lettera raccomandata a/r oppure tramite comunicazione via posta elettronica certificata e saranno rimborsate dal Cliente all’atto della presentazione dell’avviso di parcella da parte del Professionista.

 

Si rimane in attesa di un suo riscontro e si porgono i migliori saluti.

 

Data

 

Firma professionista                                    Per accettazione

¨     …………………………………………………..                    Firma del cliente ………………………………..

Contattaci per sottoporci la tua situazione e verificheremo se ciò che hai letto nel nostro articolo sia effettivamente applicabile
al tuo caso.

alla tua azienda.

al tuo problema.

ai tuoi progetti.

al tuo mondo.

Chiedici una consulenza gratuita!