Passaggio definitivo alla fatturazione elettronica

Individuati i soggetti per i quali dal 31 marzo 2015 scatta l’obbligo di passaggio definitivo alla fatturazione elettronica: ultimo step del più ampio programma di digitalizzazione delle Amministrazioni pubbliche...
360-consulting-consulenza-aziendale-e-fiscale-fatta-da-professionisti-che-implementano-agevolazioni-per-imprenditori-3

Fringe Benefits: BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI

Sono qui riepilogati il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori I “fringe benefits” costituiscono la parte della retribuzione cosiddetta “in...

Certificazione Unica entro il 07 marzo 2015

Arriva “al traguardo” il primo dei decreti attuativi della delega fiscale, il DLgs. 21 novembre 2014 n. 175 (cosiddetto decreto semplificazioni), che entrerà in...

Il Regime Fiscale Degli Omaggi – Imposte Sui Redditi, Irap E...

La Circolare,  esamina la disciplina degli oneri sostenuti per omaggi ai fini delle imposte sui red­diti, tenendo conto del regime delle spese di rappresentanza,...

Lettere d’ Intento – Trasmissione Dell’esportatore Dal 2015

Il  recente  Decreto  Semplificazioni  ha  ribaltato  gli  obblighi  di  comunicazione  relativi  alle  dichiarazioni d’intento rilasciate dagli esportatori abituali. A decorrere dalle operazioni effettuate senza applicazione dell’IVA dal 1 gennaio 2015: -    esportatore abituale: dovrà preventivamente trasmettere telematicamente i dati della lettera di intenti e solo successivamente inviarla al fornitore (unitamente alla ricevuta della trasmissionetelematica); -    fornitore:  potrà  effettuare  la  cessione/prestazione  senza  applicazione  dell’IVA  solo  dopo  aver verificato l’avvenuta trasmissione telematica da parte del cliente; sarà poi tenuto ariepilogare in dichiarazione Iva i dati contenuti nelle dichiarazioni d'intento ricevute. E’ infine prevista l’emanazione entro il 12/03/2015 dell’apposito decreto attuativo che dovrà definire “le modalità applicative anche di natura tecnica” (modello da utilizzare, software per l’inviotelematico, ecc.). Pertanto fino a tale data non sarà possibile procedere secondo le precedenti modalità; a tal fine si attendono chiarimenti su come comportarsi nei primi mesi del 2015. Come noto, i cd “esportatori abituali” possono acquistare beni/servizi (diversi da fabbricati/aree edificabili e beni con Iva oggettivamente indetraibile) in regime di non imponibilità Iva previo invio ai propri fornitori di apposita dichiarazione d’intento. Nell’ambito del cd. “Decreto Semplificazioni” (art. 20 D.Lgs.175/2014), il legislatore ha realizzato una “inversione” degli adempimenti in relazione alla dichiarazione...
360-consulting-consulenza-aziendale-e-fiscale-fatta-da-professionisti-che-implementano-agevolazioni-per-imprenditori-3

DETERMINAZIONE degli ACCONTI: IRPEF – IRES – IRAP– IVA

Di seguito vengono riepilogate le regole per la determinazione degli acconti delle varie imposte dirette. Il versamento in acconto dell’Irap deve essere effettuato secondo le...

Dichiarazioni Redditi Unico 2014 ostacolo ai Minimi: incertezza sulle deducibilità di...

Nonostante i numerosi chiarimenti hanno interessato il regime di vantaggio per l’imprenditoria giovanile (o, per identificarlo più facilmente, dei “nuovi contribuenti minimi”) esistono ancora questioni dubbie che, con l’avvio della stagione...

Rivalutazione beni d’ impresa con imposta sostitutiva da versare tutta nel...

Il DL 66/2014 elimina l’opzione per il versamento in tre rate annuali prevista dalla legge di stabilità La tormentata vicenda della rivalutazione dei beni d’impresa disciplinata dalla...
360-consulting-consulenza-aziendale-e-fiscale-fatta-da-professionisti-che-implementano-agevolazioni-per-imprenditori-26

Dichiarazione IRAP Unico 2014 a prova di Commercialista: con plusvalenze e...

L’indicazione nel quadro IC varia secondo le modalità di rilevazione del provento o dell’onere nel Conto economico. Per quanto tematica non interessata da novità normative...